NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il dominio acferraracomacchio.it, compresi i suoi sottodomini, tiene alla privacy dei suoi utenti. Per questo motivo vi fornisce un'informativa chiara e trasparente sull'uso dei cookies nel rispetto delle attuali normative Europee ed Italiane.
A seguito della consultazione di questo sito - e previo il consenso informato - possono venire inviati e/o acceduti tramite il vostro browser dei cookies informatici.

Tramite il sito acferraracomacchio.it possono venir inviati e/o acceduti tramite il vostro browser i seguenti tipi cookies:

  • cookies relativi al dominio acferraracomacchio.it (Cookies di sessione e cookies tecnici completamente anonimi)

Nota: Nessun cookie viene installato se il vostro browser è configurato per rifiutare i cookies da questo sito e dalle citate fonti terze parti.

Attenzione: Di norma però i browser sono comunemente configurati per accettare i cookies, quindi vi preghiamo di informarvi sulle modalità specifiche per disabilitare la ricezione e installazione dei cookies nel vostro browser. Esistono anche molteplici estensioni e plugin che aiutano nella configurazione del comportamento browser al fine di rifiutare i cookies da tutti o da specifici siti.

Ha il compito di visionare, promuovere ed offrire la proposta formativa dell'ACR per i bambini e i ragazzi nella realtà diocesana, garantendo la serietà e l’autenticità del percorso dell'associazione; di coordinare e sostenere il lavoro delle quattro commissioni operative, che elaborano le attività dell'anno associativo; di curare il collegamento tra le parrocchie ed i vicariati, ponendo sempre maggior attenzione alle persone ed alle esigenze delle diverse realtà parrocchiali, scegliendo di svolgere le attività proposte anche in luoghi dove l’esperienza di AC non è nota o diffusa, privilegiando e favorendo così una proficua condivisione e conoscenza reciproca; di valorizzare la vita associativa, in modo da far sentire ciascun membro parte di questa famiglia; di curare e mantenere vivo il rapporto di collaborazione che lega l’Azione Cattolica ai vari uffici diocesani e promuovere, in particolare, il legame con l'Ufficio Catechistico diocesano; di favorire maggiormente la collaborazione tra le varie Équipes: Acr, Giovani ed Adulti; di predisporre, promuovere ed attuare un percorso formativo da vivere a livello vicariale, “Il nuovo AbC-R…issimi” (in sinergia con il Settore Giovani), che accompagni i Giovanissimi e gli educatori ACR ad entrare in modo graduale nel mistero della vita nuova in Cristo: una scelta da rendere sempre più consapevole e personale, che esige dei “sì” e dei “no” chiari, affinché l’azione dello Spirito li renda capaci del sincero dono di sé, in cui consiste la maturità umana e cristiana (si individuano tre vicariati in cui svolgere le sei tappe previste). In tale percorso, è prevista anche una formazione specifica al servizio, sia all’interno dell’associazione (educatori ACR), sia nella comunità cristiana o civile. “Il nuovo AbC-R…issimi” nasce dal riconoscimento dell’importanza e dell’imprescindibilità di pensare ad un accompagnamento del Giovanissimo e dell’educatore che ne promuova in primis il cammino di maturità umana e di fede personale, attraverso strumenti formativi idonei (in particolare, la Guida Giovanissimi AC, declinata in base alle esigenze specifiche della nostra realtà diocesana), nonché di far maturare in loro vocazioni al dono di sé. Inoltre, l’équipe ha il compito di organizzare due momenti di fraternità con i vari membri delle Commissioni ACR, Settore Giovani e Settore Adulti, volti ad una maggiore conoscenza ed unità, nello stile associativo dell’AC; di programmare durante l’anno, per ciascun vicariato, la celebrazione di una Santa Messa animata dal Settore Giovani, in sinergia con l’ACR; di rendere possibile un’esperienza di Chiesa forte, viva e responsabile, attraverso la promozione associativa; di promuovere i Campi Scuola diocesani ACR per bambini e ragazzi e caldeggiando l’utilizzo del sussidio nazionale nelle diverse realtà parrocchiali.

L’Équipe diocesana ACR è composta dalla responsabile dell’articolazione, dalla vice-responsabile, dall’assistente e dai coordinatori e vice-coordinatori delle quattro commissioni operative: animazione, carità, catechesi e liturgia. L’Equipe si riunirà a cadenza mensile, il martedì, mentre le Commissioni si incontreranno, sempre mensilmente, ma durante la settimana.
I membri dell'Équipe si riuniscono per prendere visione dei temi e delle iniziative suggeriti dal Centro nazionale, al fine di tracciare passo dopo passo le linee guida del cammino formativo, visionare lo stato dei lavori delle commissioni e sostenerne attivamente la realizzazione.
L'Équipe nomina un delegato per l'LDF (Laboratorio Diocesano della Formazione) individuato fra i suoi membri, il quale si impegna a mantenere un fedele dialogo e confronto con i responsabili ACR diocesani e con l’assistente.
Ogni membro dell’Équipe dovrebbe dare testimonianza di ciò: “L’adesione all’AC è innanzitutto una scelta di responsabilità e libertà. Una proposta associativa seria e bella non può che prendere le mosse sia dalla costruzione di legami personali da promuovere e custodire, sia dalla cura di una vita associativa ricca, significativa, frutto di un’adesione consapevole e segno di speranza per la comunità cristiana e il territorio in cui l’Associazione vive”. In questo modo, “l’AC, ponendosi a servizio della Chiesa locale, riunita intorno al proprio Arcivescovo, vive il livello diocesano e la sua articolazione in parrocchie: tutti gli altri livelli della vita associativa sono a servizio del livello diocesano”. Tutto ciò, tenendo sempre ben presente che “l’evangelizzazione non consiste in un insieme di iniziative da attuare, ma è un’esperienza di relazione, significa accogliere, accompagnare l’altro” (Documento programmatico della XV Assemblea diocesana per il triennio 2014/17, “Persone nuove in Cristo Gesù – Corresponsabili della gioia di vivere”).

  • Daniela Frondiani, responsabile - delegata LDF [Immacolata]
  • Maria Cecilia Gessi, vice-responsabile [San Bartolomeo in Bosco]
  • Don Vittorio Serafini, assistente [Cona, Quartesana]
  • Gianluca Maragno, segretario [Pontelagoscuro]
  • Luca Bianchi [Massa Fiscaglia]
  • Andrea Dilavanzo [Vigarano Pieve]
  • Chiara Polloni, consigliere diocesano [Masi Torello]
  • Giulia Villani, consigliere diocesano [Sacra_Famiglia]
  • Martina Zannoni [Pontelagoscuro]