NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il dominio acferraracomacchio.it, compresi i suoi sottodomini, tiene alla privacy dei suoi utenti. Per questo motivo vi fornisce un'informativa chiara e trasparente sull'uso dei cookies nel rispetto delle attuali normative Europee ed Italiane.
A seguito della consultazione di questo sito - e previo il consenso informato - possono venire inviati e/o acceduti tramite il vostro browser dei cookies informatici.

Tramite il sito acferraracomacchio.it possono venir inviati e/o acceduti tramite il vostro browser i seguenti tipi cookies:

  • cookies relativi al dominio acferraracomacchio.it (Cookies di sessione e cookies tecnici completamente anonimi)

Nota: Nessun cookie viene installato se il vostro browser è configurato per rifiutare i cookies da questo sito e dalle citate fonti terze parti.

Attenzione: Di norma però i browser sono comunemente configurati per accettare i cookies, quindi vi preghiamo di informarvi sulle modalità specifiche per disabilitare la ricezione e installazione dei cookies nel vostro browser. Esistono anche molteplici estensioni e plugin che aiutano nella configurazione del comportamento browser al fine di rifiutare i cookies da tutti o da specifici siti.

WhatsApp Image 2018 05 03 at 17.32.23

“Dammi un cuore che ascolta”! Questo lo slogan che ha animato la 19° edizione di “Ragazzinfesta”, che come ogni primo maggio ha condotto all’interno del seminario di Ferrara centinaia di ragazzi provenienti dalle varie parrocchie della nostra diocesi ma anche da diverse associazioni e movimenti.

Oltre 500 i presenti tra bambini e giovanissimi che, accompagnati dai loro educatori, catechisti e parroci, hanno trascorso una giornata di festa tra giochi, canti e momenti di riflessione. Dopo l’iniziale accoglienza e l'animazione a cura dell'ACR band e delle ragazze della Commissione Animazione con i loro scatenati e coinvolgenti bans, la giornata ha preso il via con una simpatica drammatizzazione del tema di giornata, incentrato sul brano biblico della vocazione di Samuele.

Al centro della riflessione c’era la volontà di far capire ai ragazzi l’importanza di prestare orecchio e cuore alla chiamata del Signore come lo stesso protagonista delle Sacre Scritture che, chiamato da Dio, ha saputo riconoscerne la voce mettendosi al Suo servizio. Lo stesso deve fare anche ciascuno di noi in quanto Dio, avendoci creato, ci conosce ciascuno personalmente e ha bisogno dei nostri doni per portare avanti il Suo progetto. La mattinata è poi proseguita con la Santa Messa al termine della quale ha preso il via una prima sessione di giochi con i bambini suddivisi in quattro squadre che hanno affrontato varie tappe, sempre incentrate sul tema dell’ascolto. Giovanissimi e adulti, invece, hanno seguito attività parallele prendendosi anch’essi un momento personale di riflessione, guidati da parroci ed educatori.

Dopo il pranzo al sacco il pomeriggio ha preso il via con il secondo turno di giochi che ha preceduto l’attesissimo incontro con l'Arcivescovo Perego, che non ha voluto far mancare il suo saluto ai presenti, ricordando l’importanza della nostra unicità di fronte al Signore, al quale dobbiamo sempre rispondere con prontezza e coraggio